top of page

Making Ancestors: The Politics of Death in Prehistoric Europe 

Introduzione al progetto ‘Ancestors’

Ancestors è un progetto quadriennale finanziato dal Consiglio Europeo della Ricerca (ERC) (ottobre 2020-2024) che si propone di testare modelli alternativi di disuguaglianza e pratiche funerarie preistoriche. Studierà le relazioni sociali in vita usando l'osteobiografia ed esplorerà le modalità di sepoltura per mezzo della tafonomia funeraria.

Il nostro team di ricercatori è suddiviso tra l'Università di Cambridge (Regno Unito), l'Università La Sapienza di Roma (Italia) e l'Università di Tartu (Estonia), le cui competenze coprono i campi di studio dell'osteobiografia, della tafonomia, del DNA antico, della bioarcheologia e dell'analisi isotopica. La combinazione di queste metodologie renderà possibile collegare la vita e la morte degli antichi.

I risultati del progetto forniranno approfondimenti sul modo in cui la disuguaglianza ha inciso sull’esistenza nell'Europa preistorica e sul ruolo svolto al riguardo dagli antenati.

Foto (a destra): Dolmen della Chianca, Età del Bronzo, Bari, crediti fotografici - John Robb

Dolmen della Chianca, Bronze Age, Bari
Dr Jess Thompson, Bioarchaeology Laboratory of the Museo delle Civiltà, Rome, June 2021

Obiettivi del progetto

Questo progetto vuole mettere alla prova modelli alternativi di disuguaglianza preistorica e pratiche funerarie. Indagherà le relazioni sociali in vita tramite l’osteobiografia, cioè a partire dallo studio degli scheletri umani ricostruirà le storie di vita vissuta  i ottenendo dati scientifici riguardo l’identità, la salute, la dieta, la mobilità e le parentele.

 

L’analisi dettagliata degli scheletri attraverso la tafonomia funeraria permetterà poi di comprendere le modalità di sepoltura e le azioni rituali eseguite su/con i defunti. La combinazione di osteobiografia e tafonomia ci permette di collegare la vita con la morte degli individui del passato. L'Italia peninsulare offre una grande collezione di campioni tipica di gran parte dell'Europa. Per ciascuno dei tre periodi chiave (Neolitico, 6000-4000 a.C.; dal Neolitico finale alla prima Età del Bronzo, 4000-1800 a.C.; dall'Età del Bronzo medio all'Età del Ferro, 1800-600 a.C.), verranno analizzati oltre 200 individui.

I risultati ci permetteranno di valutare per la prima volta in che modo la disuguaglianza ha influito sulla vita nell'Europa preistorica e quale ruolo hanno avuto in essa gli antenati.

Foto (a sinistra): Dr Jess Thompson, Laboratorio di Bioarcheologia del Museo delle Civilttà, Roma, giugno 2021

Questioni teoriche

Come funzionavano la politica e la disuguaglianza nell'Europa preistorica? Tradizionalmente, nella preistoria europea le differenti classi sociali venivano identificate tramite pratiche differenziate di sepoltura individuale. Tuttavia, il collegamento tra il tipo di sepoltura e lo stato sociale solo di rado è così diretto.

 

Gli individui in vita ricoprivano molti ruoli politici diversi, la disuguaglianza nei gruppi pre-statali raramente è ben distinta e coesiste insieme all'uguaglianza all'interno dei gruppi in un rapporto complesso. La disuguaglianza può essere stata presente in tutta la preistoria europea, ma si è manifestata situazionalmente attraverso diverse opportunità di vita, rituali, parentele o discendenze, piuttosto che apertamente attraverso il comando politico, la ricchezza o l'identità.

I rituali funebri e le modalità di sepoltura erano centrali nelle società preistoriche. Ma gli antenati non nascono per caso: vengono creati, attraverso azioni rituali eseguite su individui scelti. Chi è diventato un antenato? Come? E perché?

 

Il nostro progetto mira ad indagare le possibili variazioni o modificazioni intenzionali che subiscono i defunti dal momento della loro morte in poi  e si chiede come (o se) siano correlate con il loro background, le vite che hanno condotto, il lavoro che hanno svolto, i cibi che hanno mangiato, i rischi che hanno corso in vita, le relazioni che hanno avuto, i luoghi da cui provengono.

Foto (a destra): Sofia Panella, Laboratorio di Bioarcheologia del Museo delle Civilttà, Roma, giugno 2021

Sofia Panella, Bioarchaeology Laboratory of the Museo delle Civiltà, Rome, June 2021

Contattaci
 

Ancestors Project 

McDonald Institute for Archaeological Research 

Downing Street 
Cambridge CB2 3ER 

Regno Unito

Questo sito fa parte di un progetto che ha ricevuto finanziamenti dal Consiglio Europeo della Ricerca (ERC) nell'ambito del programma di ricerca e innovazione Horizon 2020 dell'Unione Europea (accordo di sovvenzione n. 885137)

European Research Council logo for EU funded project
University of Rome, Sapienza logo
tartu_ylikool-kompaktlogo-eng_edited_edi
University of Cambridge logo
McDonald Institute for Archaeological Research logo
Ancestors Project logo Making Ancestors: The Politics of Death in Prehistoric Europe
bottom of page